I Servizi erogati dal Tribunale di Potenza

REGISTRAZIONE GIORNALI E PERIODICI
DOVE

Segreteria della Presidenza del Tribunale IV piano responsabile funzionario giudiziario dott.ssa Simonetta Rufino stanza n. 4

Cos'è

Per poter pubblicare un giornale o periodico, il proprietario deve registrarlo presso la cancelleria del Tribunale, nella cui circoscrizione deve essere effettuata la pubblicazione (sede dell’editore).

Per le testate on line la registrazione è obbligatoria solo quando si vogliano ottenere i finanziamenti pubblici previsti dalla Legge n. 62 del 7 Marzo 2001 

E’ necessario nominare un direttore responsabile, che deve essere giornalista iscritto all’Albo dei giornalisti (elenco professionisti o pubblicisti). Per le stampe a carattere tecnico, professionale o scientifico (escluse quelle sportive e cinematografiche) può assumere la qualifica di direttore responsabile la persona che, pur non essendo giornalista, si iscriva all’elenco speciale.

Chi

Se il proprietario o l’editore è una persona giuridica, il legale rappresentante deve chiedere l’iscrizione.

La domanda può essere consegnata da persona delegata: in questo caso le firme (del proprietario, dell’editore e del direttore responsabile) devono già essere autenticate da un notaio, cancelliere, segretario comunale, o altro dipendente incaricato dal Sindaco.

Come e documentazione

La richiesta di registrazione deve essere effettuata mediante domanda diretta al Presidente del Tribunale.

Dalla domanda devono risultare le seguenti informazioni:

  • nome, cognome, luogo e data di nascita e residenza e codice fiscale del Proprietario, dell’Editore se diverso da proprietario, del Direttore responsabile e indicazione della tipografia
  • titolo e sottotitolo, periodicità, sede, carattere, luogo di pubblicazione
  • tecnica di diffusione (se stampa: nome e indirizzo della tipografia – se giornale radio: nome, frequenza e indirizzo della stazione emittente - se telegiornale: canale, nome dell’emittente, studi da cui si trasmette – se periodico telematico: nome e indirizzo del service provider, estremi del decreto di autorizzazione del Ministero delle Comunicazioni e indirizzo web della pubblicazione telematica, allegando fotocopia del contratto e del decreto ministeriale).
  • Alla domanda va, inoltre, allegata la seguente documentazione:
  • nota di iscrizione a ruolo
  • autocertificazione resa davanti al cancelliere competente, relativa a godimento di diritti politici e cittadinanza italiana
  • certificato in bollo dell’iscrizione all’Albo dei Giornalisti

Costo

Versamento di € 168 sul c/ postale n. 8003 – Agenzia delle Entrate – Ufficio di Roma 2 – Tasse e concessioni governative.

Tempi

7 giorni circa

Leggi e regolamenti

Legge n.47 del 8/2/1948