I Servizi erogati dal Tribunale di Potenza

RIABILITAZIONE DEI PROTESTATI
DOVE

Ufficio Volontaria Giurisdizione – IV piano – stanze nn. 31 e 32

Responsabile: dott.ssa Simonetta Rufino

Addetto: sig.ra: Elisa Ronzano

Cos'è

E’ una procedura che Serve a riabilitare il soggetto che ha subito un protesto di assegno o di titolo cambiario e l’effetto è quello di considerare il protesto come mai avvenuto.

Chi

Ha diritto ad ottenere la riabilitazione colui che, trascorso un anno dall’ultimo protesto, abbia adempiuto alle obbligazioni per le quali i protesti sono stati levati. La domanda può essere presentata dall’interessato o da persona munita di delega con firma autenticata dal notaio o da pubblico ufficiale.

Come e documentazione

Tale procedura viene promossa mediante domanda in carta semplice indirizzata al Presidente del Tribunale del luogo di residenza dell’indirizzato corredata dei seguenti documenti giustificativi:

  • il titolo protestato in originale
  • la documentazione che dimostri il pagamento del titolo
  • la visura della Camera di Commercio dal quale risulti che la persona non ha subito altri protesti se non quello per il quale chiede la riabilitazione
  • il certificato di residenza
  • la nota di iscrizione a ruolo

La riabilitazione viene accordata con decreto del Presidente del Tribunale; l’interessato, dopo 15 gg.  potrà recarsi in cancelleria per avere la copia conforme del provvedimento del Presidente da presentare alla Camera di Commercio, la quale si occuperà della successiva procedura per la cancellazione dell’interessato dal registro informatico dei protesti.

In caso di diniego di riabilitazione da parte del Presidente del Tribunale, l’interessato può presentare ricorso in Corte d’Appello, entro 10 gg. dalla comunicazione di cui sopra.

Costo

€ 85,00  contributo unificato

€ 8,00 diritti forfettizzati per notifiche

Tempi

Una settimna circa

Leggi e regolamenti

Legge n.108 del 7 Marzo 1996